Sui social media si parla spesso di “cavalcare un trend”. Se ti senti un po’ confusə sul tema questo è il post che fa per te. 

Un “trend” del mondo social solitamente nasce ha 3 possibili origini (che non si autoescludono):

  1. Origine tecnologica.
    Una nuova modalità di fruire contenuti online, come quando compare un nuovo social o viene rilasciata una nuova feature all’interno di un social (es. i video di una certa durata o formato).  
  2. Origine interna alla piattaforma.
    Un’azione svolta da un gruppo ristretto di utenti che si propaga con facilità tra tutti gli altri della stessa piattaforma (es. una Challenge o i balletti su TikTok su una determinata canzone) 
  3. Origine esterna alla piattaforma.
    Un evento esterno al mondo dei social che mobilita le persone ad esprimere la propria opinione online o a condividere la propria partecipazione diretta o indiretta all’evento stesso (es. il Festival di Sanremo o un evento di cronaca)  

Nel digital marketing l’ultimo punto, che è anche quello di cui ci occuperemo in questo post, è la causa scatenante del cosiddetto Real Time Marketing, ovvero la creazione, da parte di un brand, di contenuti inerenti a uno specifico tema o evento, particolarmente “caldo” sui social, entro pochissimo tempo dal suo accadimento. 

Il contenuto che ha spianato la strada per il real time marketing, nell’ormai lontano 2013, è un tweet pubblicato da Oreo durante il blackout del Super Bowl di quell’anno. 

Perché i social trend sono importanti? 

I trend determinano molte delle conversazioni che le persone intrattengono online e spesso influiscono sulla tipologia di contenuti che queste persone producono e pubblicano. 
Ad esempio: Se pensi all’ultimo Festival di Sanremo, sono sicura che almeno 1 tra i tuoi contatti Instagram ha pubblicato almeno 1 Story riguardante il Festival. Corretto? E ti ricordi invece l’ultima serie tv che hai guardato perché un tot di persone che segui l’hanno consigliata proprio tramite il proprio profilo Instagram? 

Ognuno di noi tende a seguire sui social persone che sente affini a sé stessə o ai propri gusti, al proprio modo di vivere o vedere la vita, magari a cui aspira. Se un determinato argomento diventa rilevante per le persone che seguiamo è possibile che siamo propensi ad interessarcene anche noi. Allo stesso tempo online possiamo raccontare quello che ci interessa e trovare delle persone con cui condividere quel determinato interesse. 

Più persone ritengono un determinato argomento rilevante o vicino ai propri interessi, più grande sarà la massa critica di persone che produrrà contenuti in merito, alimentando così la conversazione intorno ad esso. 

Quando un argomento è di largo interesse all’interno di una singola nicchia (come l’uscita di una nuova serie tv) o diffusa tra addirittura un’intera popolazione (come nel caso di Sanremo) nascono dei trend. 

Come può il tuo brand inserirsi in un social trend creando valore? 

Così come seguiamo persone che sentiamo a noi affini sui social, facciamo la stessa cosa con i brand, soprattutto se si tratta di small business. 

Scegliere di seguire determinati trend e produrre dei contenuti di valore su quell’onda, cercando di attirare verso di sé possibili acquirenti, è una strategia di content marketing valida e abbastanza diffusa. 

A mio avviso è importante farlo seguendo regole precise e avendo bene in mente che guadagnare milioni di followers con un solo contenuto è più questione di fortuna che di strategia. 

Ecco le regole di un buon contenuto on trend:

  1. Scegli di seguire solo i trend che ti interessano davvero, che ti fa piacere seguire e soprattutto che sono coerenti con il tuo brand e il tuo modo di comunicare. 
  1. Crea un contenuto utile alle persone a cui è indirizzato, ma che contemporaneamente mostri qualcosa che caratterizza te o il tuo brand. 
  1. Realizza contenuti di puro intrattenimento solo se questo stile è coerente con il tuo brand, altrimenti rischi di non essere credibile o di perdere followers poco dopo averli ottenuti.
  1. Sfrutta il trend per mostrare cosa rende peculiare la tua attività, mostrando la creatività che le rende unica. 
  1. Crea un contenuto divulgativo che possa essere interessante per la tua community di riferimento (attuale o ideale) mostrando le tue competenze in materia e alimentando una conversazione profonda intorno all’argomento
  1. In questo momento su Instagram i Reels sono tra le cose migliori per farsi conoscere da un pubblico diverso dal proprio, ma se i video non ti mettono a tuo agio o se non ti viene una buona idea per realizzarne uno non ti complicare la vita. Un post statico fatto bene è mille volte meglio di un reel fatto di fretta.  

Esempi pratici

Eccoti alcuni esempi pratici di contenuti che puoi creare cavalcando un trend. 

Contenuti on trend di puro intrattenimento 

Sui social la comicità ha da sempre un grande spazio (e questo mi rallegra molto), per questo mi piace incappare in contenuti di puro intrattenimento che decisamente rendono gli scroll infiniti più piacevoli. 

I contenuti di puro intrattenimento non si vedono spesso tra i business owners, ma se realizzati coerentemente con i valori di brand e un atteggiamento un po’ frivolo possono avere un loro senso, con l’obiettivo di “scaldare” il proprio profilo e avvicinare un pubblico per nuovo. 

Vi lascio un esempio dal profilo Instagram di @stefanoguerrera : in questo video racconta in modo ironico le sue giornate post Sanremo.  

Immaginate se invece di Stefano ci fosse un business owner che si reca al lavoro, o che mette a posto il proprio negozio o che canticchia le canzoni mentre raccoglie le verdure che vende sul suo e-commerce: realizzato con la giusta chiave di lettura può essere un successo. 

Contenuti on trend che mostrano la tua creatività 

Soprattutto su TikTok ci sono tantissimi small business che utilizzano questo escamotage per cavalcare specifici trend avvicinandosi a un pubblico nuovo. 

Questo tipo di video mi piace molto, perché permette davvero di esprimere la creatività del proprio brand, ma per questo motivo è difficile da adattare ad ambiti in cui la creatività è più limitata o non necessaria allo svolgimento di una data mansione. 

Il primo esempio che vediamo è di @acfloralstudio un fioraio britannico che vive a Madrid e che crea bouquet tematici ispirati a personaggi di film, serie tv, cartoni e chi più ne ha più ne metta. La chiave di lettura dei suoi video è sempre l’originalità delle sue creazioni, in questo caso ha scelto “Encanto” (grandissimo trend su TikTok) per mostrare le sue capacità: 

Con la stessa logica, è possibile creare torte, illustrazioni, orecchie da Minnie (true story), outfit o qualsiasi altra cosa faccia parte del mondo del vostro brand e declinarlo nel mondo di quello specifico trend.

Un altro esempio è quello di Dalila @dali.dc che realizza dei libricini molto creativi con le citazioni di alcune canzoni e ovviamente non si è fatta scappare l’occasione di crearne uno con il ritornello della canzone vincitrice di Sanremo 2022 “Brividi” di Mahmood e Blanco. 

@dali.dc

Rispondi a @sonomadiii_ @Mahmood @blanchitobebe #perte #sanremo22 #illustrazioni #mahmood

♬ Brividi – Mahmood & BLANCO

Contenuti on trend utili al tuo pubblico 

I contenuti utili sono i miei preferiti, perché permettono alle persone di imparare qualcosa o dare loro delle soluzioni molto concrete facendo conoscere loro l’unicità del nostro brand. 

Questo post Instagram di Ilaria aka @imjardi, che si occupa di scrittura creativa, è un esempio perfetto di questo tipo di contenuti. Scorrendo tra le immagini vedrete che Ilaria ha realizzato un esercizio di journaling da fare con gli incipit di alcune strofe delle canzoni di Sanremo. 

Contenuti on trend divulgativi

Certamente non tutti i trend si prestano ad essere declinati da un punto di vista divulgativo, ed è giusto così, ma alcuni hanno sufficiente profondità da essere anche sfruttati da tutte quelle professioni che hanno la necessità di manifestare la propria competenza e, a mio avviso, possono contribuire a innalzare il dialogo su determinati temi e aiutare alla riflessione la propria community. 

Dopo le serate di Sanremo di quest’anno abbiamo visto molti contenuti divulgativi sui temi emersi durante la kermesse, ma spesso altri contenuti ci permettono di andare in profondità. 

Nel video di esempio qui sotto si parte dal successo di Encanto, che come vi dicevo è molto forte su TikTok, e l’autore @bamboobreakers, facendo l’occhiolino alle “fan theories”, racconta quello che in psicologia è definito l’archetipo dei 7 bambini interiori. 

In conclusione

Prima di chiudere questo post ci tengo a sottolineare tre aspetti di questo approccio alla creazione di contenuti:

  1. La creazione di contenuti che seguano i trend delle piattaforme social richiede molto tempo, sia per osservare i trend che per effettivamente riadattarli al proprio brand creando dei contenuti ad hoc.
    Se avete deciso di imbarcarvi in questa avventura ricordatevi di non stressarvi e di programmare in anticipo le giornate di creazione di questi contenuti, se lo fate voi, o di delegare al vostro content strategy di fiducia la realizzazione del piano editoriale per il vostro brand. 
  2. Se decidete di seguire i trend creando dei video, come i Reels o aprendo un canale TikTok, è importante che la qualità di quello che producete sia buona se non ottima.
    Visto che siete un brand è molto importante che le persone che incappano in voi percepiscano la cura che mettete, ma anche abbiano ben chiaro cosa stanno guardando e trovino piacere nel farlo. Non servono grandi attrezzature, ma qualche accortezza per rendere l’esperienza di entrambe le parti migliore. 
  3. Non aspettatevi di guadagnare milioni di followers solo perché state seguendo un trend. 
    I trend sono molti e altrettante le persone che decidono di cavalcarli, se avete creato una content strategy efficace non vi scoraggiate se vi sembra di non ottenere risultati, nella comunicazione vince chi persevera

Content Strategist Freelance, aiuto brand e aziende a comunicare meglio online.